Roberto Saviano legge Primo Levi

(AGI) - Roma, 5 nov. - Roberto Saviano legge Primo Levi e sceglie Se questo è un uomo. "Leggere Se questo è un uomo cambia il tuo modo di sentire: è un cataclisma che non ha mai smesso di muoversi e di attraversarmi", ha detto Saviano, che in questo audiolibro (edizioni Emons) in uscita domani 6 novembre da' voce alle parole che lo scrittore torinese non ha mai smesso di cercare per raccontare l'atrocità della deportazione e del campo di sterminio di Auschwitz, in cui venne internato dal febbraio 1944 al 27 gennaio 1945.
  "Se questo è un uomo" è un'opera imprescindibile per comprendere il Novecento e l'animo umano, "il libro che più di ogni altro ha determinato la mia visione della letteratura", spiega Saviano. "Leggere Levi -aggiunge- è qualcosa che coinvolge non solo tutto te stesso, tutto ciò che hai fatto e farai ma è anche una scelta. Dare la tua voce a quelle parole: ci riuscirai? Come ci riuscirai? Cosa succederà? Chi ti ascolterà? La tua lettura verrà presa per mano o verrà respinta? E tu, come ti devi comportare verso chi ti ascolta? Lo prendi per le orecchie o piuttosto gli sussurri una storia? Sono tutte domande che mi sono posto e credo che di aver raccolto tutte queste varie modalità di interlocuzione con l'ascoltatore, o almeno ci ho provato".

Commenti

Post popolari in questo blog

"La storia generale dei pirati", del Capitano Charles Johnson

'IL CANTICO DELLE CREATURE' ILLUSTRATO PER BAMBINI

'Schifoso traditore. Come riconoscere le tracce dell'infedeltà' di Alberto Caputo, Alessandro Calderoni, Silvia Jun, Paolo Baron