Antonio Ingroia. Io so

Cento domande ad Antonio Ingroia: su indagini, politica, giustizia, disinformazione e depistagli. Cento risposte "dall'interno" delle inchieste durate anni, tappe di un lungo viaggio nel sistema criminale che ha generato il ventennio berlusconiano: dai misteri dell'agenda rossa di Paolo Borsellino al ruolo di Marcello Dell'Utri nell'inchiesta sull'omicidio di Pierpaolo Pasolini, ai segreti con il sigillo del potere della trattativa Stato-mafia. Nel ventennale delle stragi di Cosa nostra il magistrato più esposto d'Italia racconta per la prima volta i segreti del poliedrico sistema criminale che pianificò e realizzò la strategia terroristico-mafiosa del 1992-93 trascinando il Paese sulla soglia di una clamorosa scissione del meridione d'Italia per poi concordare una trattativa sotterranea che dura probabilmente ancora oggi.

Antonio Ingroia. Io so

"Ai lettori dico di non fidarsi delle ricostruzioni distorte delle indagini sulla trattativa. Sarà un processo foriero di tensioni: guardate ai fatti, non alle versioni delle parti in causa. E lo stesso chiedo ai giornalisti. Una parte del paese non vuole la verità sulle stragi, e mi stupirei del contrario: non la voleva vent'anni fa, non la vuole adesso." "C'è una verità indicibile nelle stanze del potere, un potere non conoscibile dai cittadini che si nasconde, che si sottrae a ogni forma di controllo. La ragion di Stato rischia di diventare un ombrello difensivo sotto il quale proteggere la parte oscura del potere, il suo volto osceno, e la storia occulta dei patti inconfessabili, compreso quello tra Stato e mafia."
Prezzo di copertina € 12,90 

Commenti

Post popolari in questo blog

"La storia generale dei pirati", del Capitano Charles Johnson

'IL CANTICO DELLE CREATURE' ILLUSTRATO PER BAMBINI

'Schifoso traditore. Come riconoscere le tracce dell'infedeltà' di Alberto Caputo, Alessandro Calderoni, Silvia Jun, Paolo Baron