'Non si puo' morire la notte di Natale' di Enrico Ruggeri

(Adnkronos) - "La scena lascia pochi dubbi: mi sono sparato. Eppure non ricordo di averlo fatto. Non mi viene in mente nessun motivo per cui avrei dovuto mettere fine alla mia vita. Non era perfetta, ma mi sembrava andasse abbastanza bene, meglio di quella di tante persone che conosco". A pensarlo, perche' parlare non puo', e' il protagonista di 'Non si puo' morire la notte di Natale', esordio nel giallo del musicista Enrico Ruggeri, in libreria per Baldini Catoldi Dalai Editore

Giorgio Sala, il protagonista, e' un uomo che al successo professionale non ha saputo coniugare una vera vita affettiva. La notte di una vigilia di Natale tenta il suicidio sparandosi a una tempia. O almeno cosi' stabilisce l'inchiesta. Giorgio, pero', che e' sopravvissuto ma e' rimasto infermo e momentaneamente incapace di parlare, non e' mai stato sfiorato dall'idea di uccidersi. E comincia a indagare mentalmente per scoprire chi ha cercato di eliminarlo e perche'.
Ruggeri, classe 1957, comincio' la carriera come cantante di una band, i Decibel. Dal 1981 intraprese quella di solista, registrando complessivamente, fino a oggi, trenta album. Come scrittore ha gia' pubblicato, fra l'altro 'Che giorno sara'' (Kowalski) nel 2011 e, precedentemente, diverse raccolte di racconti e poesie.

Prezzo di copertina € 13,90 

Commenti

Post popolari in questo blog

"La storia generale dei pirati", del Capitano Charles Johnson

'IL CANTICO DELLE CREATURE' ILLUSTRATO PER BAMBINI

'Schifoso traditore. Come riconoscere le tracce dell'infedeltà' di Alberto Caputo, Alessandro Calderoni, Silvia Jun, Paolo Baron