Venti racconti allegri e uno triste di Mauro Corona

Dopo aver raccontato i momenti drammatici che hanno marchiato la sua infanzia in un libro parzialmente autobiografico, Mauro Corona abbandona i toni più cupi per passare a una narrazione più agile e leggera. "Basta drammi, disgrazie e morti ammazzati", esiste un tempo per alleviare l'animo dal dolore, per recuperare storie antiche perdute tra i boschi, racconti veri che l'autore ha ascoltato e raccolto in giro, a Erto e dintorni. Momenti di vita di montagna e di paese che diventano aneddoti, episodi esilaranti, addirittura miti e leggende da tramandare alle generazioni future. Storie come quella di Rostapita, Clausura e Santamantiglia, riuniti per ammazzare il maiale ma troppo ubriachi per riuscire a farlo, o come quella di don Chino, prete in gioventù affascinante ora anziano e acciaccato tanto da non riuscire a inerpicarsi per benedire la casa più arroccata del paese, quella di Polte che, per ripagarlo del mancato servizio, quasi lo ammazza lanciandogli addosso una forma di formaggio. Espedienti, soluzioni per guadagnarsi in qualche modo la vita, storie bizzarre e anche un po' magiche che non mancano di far riflettere, ma soprattutto: "roba da ridere, in un mondo che non sa più ridere".

Mondadori, 19 €

Data pubblicazione Novembre 2012

Commenti

Post popolari in questo blog

'IL CANTICO DELLE CREATURE' ILLUSTRATO PER BAMBINI

"La storia generale dei pirati", del Capitano Charles Johnson

'Schifoso traditore. Come riconoscere le tracce dell'infedeltà' di Alberto Caputo, Alessandro Calderoni, Silvia Jun, Paolo Baron