Il mio fratellone Tiziano Terzani

Pisa, settembre 1957. Tiziano Terzani e Alberto De Maio si conoscono davanti al portone della Scuola Normale, pochi giorni prima del concorso per l’ammissione. È l’inizio di un’amicizia straordinaria, che si approfondirà durante gli anni di studi al Collegio Medico-Giuridico e si prolungherà dopo la laurea, a dispetto dello spazio fisico che sempre più separerà i due. Sollecitato dall’amico giornalista Dino Satriano, anch’egli a Pisa dall’anno successivo, Alberto De Maio per la prima volta racconta di quell’incontro e di quegli anni. Il libro che è nato dalle loro conversazioni è una testimonianza di eccezionale valore: per il ritratto che ci consegna del giovane Terzani, dei suoi interessi, del suo carattere; per l’atmosfera che restituisce di un momento storico ricco di fermenti, in cui una giovane generazione di intellettuali si interrogava su cosa fare per il proprio Paese; per la galleria di personaggi che in quei corridoi si conobbero e studiarono, fecero progetti e scherzarono.












Il mio fratellone Tiziano Terzani







Dino Satriano










Alberto De Maio










L’affresco prezioso di una generazione ricca di ideali e passioni. Un ricordo appassionato e commosso






Vi consiglio questo libro



Commenti

Post popolari in questo blog

'IL CANTICO DELLE CREATURE' ILLUSTRATO PER BAMBINI

"La storia generale dei pirati", del Capitano Charles Johnson

'Schifoso traditore. Come riconoscere le tracce dell'infedeltà' di Alberto Caputo, Alessandro Calderoni, Silvia Jun, Paolo Baron