Leggevamo 4 libri al Bar 2011

Dal 21 al 23 settembre in città il festival di lettura a voce alta.
“Leggevamo 4 libri al bar” è un’iniziativa nata nel 2007 da un’idea dell’associazione “L’Arte del Vivere con Lentezza” onlus. “Un festival diffuso, anarchicamente allegro della lettura ad alta voce”, come ama definirla Bruno Contigiani, presidente dell’associazione. La manifestazione parte da Pavia e si sviluppa attraverso il web, con iniziative che fioriscono in moltissime città italiane; lo scorso anno ha registrato oltre 150 eventi lungo tutto lo Stivale.
7 giorni dedicati alla lettura ma soprattutto alla socializzazione, in un mondo dove c’è sempre meno tempo e voglia di condividere con gli altri un frammento di vita. Leggere un libro ad alta voce diventa così un’occasione per raccontarsi, mettendo a nudo idee, passioni e modi di essere.
Dove? Al bar, luogo di ritrovo e di incrocio di culture di tante generazioni, come ricorda la famosa e bellissima canzone di Gino Paoli che ha gentilmente concesso l’uso del titolo alla manifestazione.
Al bar ci si incontrava e “tra un bicchier di coca ed un caffè” si progettava il futuro e si guardava lo scorrere della vita. Oggi, invece, sempre più spesso i bar sono luoghi in cui si sta fianco a fianco in solitudine o a giocare a Videopoker. Da qui l’invito di “Leggevamo 4 libri al bar” a tutti i baristi e i clienti d’Italia: organizzare incontri di lettura a voce alta, proponendo brani dei libri che li hanno fatti pensare e sognare. Un romanzo, un racconto oppure la bellezza di un verso, come con “Poesie al Tavolino”, incontri dove chi ha una poesia nel cassetto può condividerla con altri poeti e amanti della poesia.
La manifestazione, che festeggia il suo 5^ compleanno, è aperta a tutti coloro che vorranno partecipare inventando nuovi modi per interpretarla e trasformarla, magari, in un appuntamento fisso da ripetere nel corso dell’anno. Gli incontri si svolgeranno in tutta Italia e ad ospitare gli appassionati lettori non saranno solo i bar, ma tutti i luoghi di ritrovo: librerie, ospedali, case di riposo, parrocchie e - perché no? – carceri. E’ successo proprio a Pavia, dove a maggio i volontari di “L’Arte del Vivere con Lentezza” hanno portato la “Leggevamo” all'interno della Casa Circondariale, in collaborazione con la Direzione, il personale e i detenuti.
Dalle 30 adesioni della prima edizione nel 2007, le idee si sono moltiplicate e tutte le iniziative saranno riportate sul sito www.vivereconlentezza.it.

Commenti

Post popolari in questo blog

"La storia generale dei pirati", del Capitano Charles Johnson

'IL CANTICO DELLE CREATURE' ILLUSTRATO PER BAMBINI

'Schifoso traditore. Come riconoscere le tracce dell'infedeltà' di Alberto Caputo, Alessandro Calderoni, Silvia Jun, Paolo Baron