Addio a Jose' Saramago

"Se puoi vedere, guarda. E se puoi guardare, osserva", era una delle sue massime preferite. E in effetti nessuno come lui ha saputo studiare l'Uomo, "nella sua grandiosita' e nelle sue debolezze" in un quadro di cosi' grande respiro. Ha perso molto il mondo della cultura: portoghese, Premio Nobel per la Letteratura nel 1998, Jose' Saramago, spentosi oggi nelle isole Canarie all'eta' di 87 anni, e' considerato uno degli scrittori maggiormente dotati di talento dell'era contemporanea. Particolare il suo stile, a cominciare dalla punteggiatura - periodi lunghi anche piu' di una pagina - originali le sue storie che spesso come nel caso di "Cecita'" o "Le intermittenze sulla morte" iniziano con un avvenimento inaspettato, surreale e assurdo senza cornici spaziali o temporali. E che diventano il pretesto per scandagliare l'animo umano umano nelle sue pieghe piu' nascoste con un sottile filo d'ironia e di profondo disincanto. Non a caso, fece molto scalpore il suo "Il vangelo secondo Gesu' Cristo", uno dei capolavori piu' controversi (pubblicato nel 1991), e che appunto provoco' forti reazioni da parte del clero cattolico: Saramago rivisitando la tradizione evangelica, si prese audaci ed ampie liberta' descrivendo ad esempio Gesu' come una persona normale, ossia un giovane in perenne conflitto tra paure e ansie. Fino a raffigurare Maria Maddalena come l'unica persona a soffrire indicibilmente per la morte di Gesu' (Maria restera' invece assente). Con l'ultimo suo lavoro pubblicato l'anno scorso, "Caino", Saramago (che si e' sempre dichiarato ateo) torno' poi a polemizzare con la chiesa cattolica, avendo non solo criticato la Bibbia ma definito il Dio del libro "vendicativo, rancoroso, cattivo, indegno di fiducia". Non solo, ha fatto parlare di se' anche per le sue spietate critiche nei confronti della politica dello Stato di Israele e dei suoi rapporti coi palestinesi, arrivando addirittura a sostenere che "non meriterebbero piu' comprensione per le sofferenze patite durante l'olocausto". Polemiche a parte, Saramago e' stato molto attivo politicamente. Iscritto al Partito Comunista portoghese nel 1969, riusci' sempre ad evitare di finire nelle mani della polizia politica del regime. Dal 1974 in poi, si dedico' eslcusivamente alla scrittura arrivando al successo nel 1982 con "Memoriale del convento", cui seguirono negli anni Novanta "Storia dell'assedio di Lisbona" e "Cecita'". Intellettuale attivo fino all'ultimo, interveniva spessissimo sul suo blog (proprio oggi l'ultimo post con frasi di un'intervista rilasciata nel 2008), e si era attirato polemiche anche in Italia: dalle pagine del blog, aveva infatti contestato Berlusconi per la sua politica in Italia, paragonandolo addirittura a Catilina. Di qui, la decisione di Einaudi (gruppo Mondadori) di non pubblicare una raccolta di scritti, il "Quaderno", che e' stato poi edito da Bollati Boringhieri. E lui, anche in quell'occasione, non si scompose nemmeno un po': "Tutti - sentenzio' - hanno il diritto di indignarsi, per quello che accade nelle sfere della politica e della religione o della societa' stessa, se a loro sembra che ci sia del male". http://www.agi.it/


Poesia
* 1966 - I poemi possibili (Os poemas possíveis)
* 1970 - Probabilmente allegria (Provavelmente alegria)
* 1975 - L'anno mille993 (O Ano de 1993)

Teatro

* 1979 - La notte (A Noite)
* 1980 - Cosa ne farò di questo libro? (Que Farei Com Este Livro?)
* 1987 - La seconda vita di Francesco d'Assisi (A Segunda Vida de Francisco de Assis)
* 1993 - In Nomine Dei (In Nomine Dei)
* 2005 - Don Giovanni, o Il dissoluto assolto (Don Giovanni ou O dissoluto absolvido)

Cronache

* 1971 - Di questo mondo e degli altri (Deste Mundo e do Outro)
* 1973 - A Bagagem do Viajante
* 1974 - As Opiniões que o DL teve
* 1976 - Os Apontamentos

Romanzi

* 1947 - Terra do pecado
* 1977 - Manuale di pittura e calligrafia (Manual de pintura e caligrafia)
* 1980 - Una terra chiamata Alentejo (Levantado do chão), Feltrinelli (ISBN 9788807721830)
* 1982 - Memoriale del convento (Memorial do convento), Feltrinelli (ISBN 9788807722073)
* 1984 - L'anno della morte di Ricardo Reis[6] (O ano da morte de Ricardo Reis), Feltrinelli (ISBN 9788807721700)
* 1986 - La zattera di pietra (A jangada de pedra)
* 1989 - Storia dell'assedio di Lisbona (História do cerco de Lisboa)
* 1991 - Il Vangelo secondo Gesù Cristo (O Evangelho segundo Jesus Cristo), Feltrinelli (ISBN 9788807721694)
* 1995 - Cecità (Ensaio sobre a cegueira), Feltrinelli (ISBN 9788807721823)
* 1997 - Tutti i nomi (Todos os nomes)
* 2001 - La caverna (A caverna)
* 2002 - L'uomo duplicato (O homem duplicado), Feltrinelli (ISBN 9788807721717)
* 2004 - Saggio sulla lucidità (Ensaio sobre a lucidez)
* 2005 - Le intermittenze della morte (As intermitências da morte)
* 2006 - Le piccole memorie (As pequenas memórias)
* 2008 - Il viaggio dell'elefante (A viagem do elefante)
* 2009 - Caino (Caim), Feltrinelli (ISBN 9788807018060)

Altri

* 1978 - Oggetto quasi (Objecto quase)
* 1981 - Viaggio in Portogallo (Viagem a Portugal)
* 1999 - Il racconto dell'isola sconosciuta
* 2002 - Scolpire il verso
* 2002 - Andrea Mantegna. Un'etica, un'estetica
* 2005 - Esteban Cuscueta
* 2006 - Pensar, pensar, y pensar
* 2009 - Il Quaderno - Testi scritti per il blog (settembre 2008-marzo 2009) http://it.wikipedia.org/

Commenti

Post popolari in questo blog

'IL CANTICO DELLE CREATURE' ILLUSTRATO PER BAMBINI

"La storia generale dei pirati", del Capitano Charles Johnson

'Schifoso traditore. Come riconoscere le tracce dell'infedeltà' di Alberto Caputo, Alessandro Calderoni, Silvia Jun, Paolo Baron