SONATA PER MIRIAM di Linda Olsson


SONATA PER MIRIAM

Linda Olsson
Traduzione di Valeria Galassi
Pagg. 288
Narrativa
Collana: Romance

Adam Anker è un uomo con un lungo peregrinare alle spalle e poche radici. Musicista ebreo di origine polacca, non sa quasi nulla della propria famiglia, perché la madre, con cui è cresciuto in Svezia, ha preferito tacergli il male patito durante la guerra. Il suo lavoro l’ha condotto in Nuova Zelanda, e ora che ha perduto anche Miriam, la figlia allevata da solo dopo l’abbandono dell’amata Cecilia, Adam è un uomo senza futuro. Ma vivere soffocati in un presente che non offre spiragli, non dà proiezioni vitali in un’altra dimensione temporale, non è possibile, e Anker decide di intraprendere un viaggio per recuperare almeno il passato.
Con indizi precari, una fotografia, un pacco di lettere, abbandona il suo ultimo domicilio e torna in Europa, dapprima a Cracovia, dove tutto ebbe inizio, e poi in Svezia, dove era rimasto folgorato da Cecilia. E tra incontri casuali ma importanti, e figure che emergono da un passato fatto di grandi sofferenze e di menzogne ma anche di tanto coraggio e amore, Adam riuscirà a restituire a se stesso quell’identità che aveva perso e a trovare una promessa di felicità.

UN BRANO
"Fu un primo incontro ridicolo, il nostro, del genere che si legge nei romanzetti romantici. Le andai a sbattere contro. Fisicamente. E poi impiegai meno di cinque minuti per innamorarmi perdutamente. Se fosse finita lì e non l’avessi mai più rivista, credo che l’avrei ricordata lo stesso. Così come andarono le cose, invece, lei mi concesse un anno, e adesso vive per sempre dentro di me. L’amore corrisposto ti culla in un falso senso di sicurezza. Con arroganza ti viene da dare per scontato che durerà per sempre."

In Libreria dal: 10 Settembre 2009

Commenti

Post popolari in questo blog

'IL CANTICO DELLE CREATURE' ILLUSTRATO PER BAMBINI

"La storia generale dei pirati", del Capitano Charles Johnson

'Schifoso traditore. Come riconoscere le tracce dell'infedeltà' di Alberto Caputo, Alessandro Calderoni, Silvia Jun, Paolo Baron