'YOGA DEMENZIALE' DI JACOPO FO

Un manuale semplice e diretto, l'occasione per ripensare il percorso esistenziale fatto finora e abbracciare la vita con un rinnovato gusto ed entusiasmo.

Questo e' 'Yoga demenziale, il manuale definitivo della rivoluzione pigra', scritto da Jacopo Fo per la Fazi Editore. Lo Yoga demenziale, si legge nella presentazione, e' una disciplina che ha scelto, come maestri spirituali, la gioia e il piacere e che consiste in un insieme di giochi, esperimenti e consigli volti a farci comprendere che dentro di noi abbiamo ancora energie positive. Messa a punto da Jacopo Fo, unisce i valori della civilta' occidentale (laicismo, training autogeno) a quelli delle culture orientali (la meditazione trascendentale, le arti marziali, lo yoga).

Un metodo per vivere meglio che e' il risultato di trent'anni di sperimentazioni personali e di confronto con l'esperienza di centinaia di persone incontrate alla Libera Universita' di Alcatraz. Una disciplina che si fonda su una sola regola: ridere, la base fisiologica e filosofica di un diverso punto di vista sul difficile mestiere di vivere.

Jacopo Fo e' attore, vignettista, insegnante di Arti Marziali Geniali (fuggire, nascondersi, fingere di essere un altro), da trent'anni dirige la Libera Universita' di Alcatraz, centro di sperimentazione ecologica e di diffusione della cultura progressista. E' autore di quaranta libri, tra cui ''Diventare Dio in dieci mosse'' (Giunti Demetra, 1996), ''Guarire ridendo'' (Mondadori, 1997), ''Lo Zen e l'arte di scopare'' (Giunti Demetra, 2002) e ''La corretta manutenzione del maschio'' (Guanda, 2009).

USCITA AUTUNNO 2009

Da: Jacopo Fo.com

Capitolo primo
Stai facendo una fatica boia per procurarti devastazioni permanenti.
Smettila.

C'e' qualche cosa che non funziona nel mondo contemporaneo.
Basta accendere la televisione per accorgersene: e' pieno di defunti che cercano di sembrare persone intelligenti.
La meta' del cibo prodotto ogni anno su questo pianeta viene buttata via e 10 milioni di persone ogni anno muoiono di fame. Molti di piu' muoiono perche' mangiano troppo.
Milioni di persone muoiono per la mancanza delle medicine piu' elementari e milioni di persone muoiono per troppe medicine.
Gli abitanti delle ricche citta' industriali spendono miliardi per comprare vestitini eleganti ai loro figli e poi, grazie a un modernissimo sistema di inquinamento urbano, gli fanno respirare l'equivalente di 11 sigarette al giorno, privandoli cosi' di almeno 6 anni di vita.
Ci si scanna, con decine di migliaia di morti ogni anno, per accaparrarsi le materie prime e i giacimenti di petrolio e poi non si fa quasi niente per recuperare queste materie prime riciclando. E non si realizza quasi nulla per risparmiare energia isolando le case e ottimizzando motori, lampadine e caldaie.
Milioni di bambini e di donne vengono ogni anni stuprati ma nelle scuole non si tengono corsi di educazione ai sentimenti, all'amore e al sesso.
Potremmo limitare enormemente il potere devastante del terrorismo, della criminalita' organizzata, dell'evasione fiscale e delle truffe finanziarie abolendo il segreto bancario e i paradisi fiscali ma non lo facciamo.
La nostra societa' e' un gioiello di demenza collettiva. (Patatine fritte su per il culo!)
La collettivita' umana non riesce neppure a esprimere una condanna unanime per la tortura. Non riesce a difendersi dal crimine. E almeno la meta' degli esseri umani fa ricorso massiccio ad alcool, sonniferi, eccitanti, droghe pesanti.
Insomma la situazione non e' ottimale. Per volerla dire tutta siamo un po' nella merda.

Commenti

Post popolari in questo blog

'IL CANTICO DELLE CREATURE' ILLUSTRATO PER BAMBINI

"La storia generale dei pirati", del Capitano Charles Johnson

'Schifoso traditore. Come riconoscere le tracce dell'infedeltà' di Alberto Caputo, Alessandro Calderoni, Silvia Jun, Paolo Baron