"Professione veggente" di Mariadonata Ciceri

Quello di Mariadonata Ciceri è un romanzo snello e piacevole, scritto con linguaggio minimalista, con sentimento ma anche con disinvoltura, ricamato tra ambientazioni thriller e un generale approccio oscillante tra il profondo trascendente e un'abbozzata realtà contingente.
Protagonista principale è Roberto Fantini, nella vita quotidiana disegnatore di fumetti, un uomo dotato però della particolare capacità di comunicare con "altre" dimensioni della realtà. Il protagonista interagisce cioè con persone vive e morte, soprattutto con quelle bisognose di aiuto, attraverso la telepatia. Tra queste c'è anche Chiara, figlia della famiglia Riccetti, rapita da alcuni malviventi. Chiara riesce a stabilire un contatto telepatico con Fantini, contatto che però si interrompe e che viene ripristinato grazie a un'altra bambina, Giulia, che si trova in coma.
"Per favore, dì a mamma che io sono viva. Dille che deve vedere con la mente, non con gli occhi!" dice Giulia, che si trova in questo stato perché investita da un furgone rosso che andava a velocità pazzesca in pieno centro abitato mentre lei, uscita da una pasticceria con in mano la torta per il compleanno di suo padre, attraversava la strada sulle strisce.
Una vicenda ingarbugliata quella del "veggente", nella quale si intrecciano personaggi secondari ma non meno interessanti, come ad esempio il Maresciallo Scoldi, un integerrimo ufficiale della pubblica sicurezza che finisce per dare retta alle "visioni" di Fantini. Non meno importante è il ruolo di un orsetto peluche che ha una funzione di raccordo quasi metafisico tra i vari avvenimenti.
"Professione veggente" è una storia nella quale una bambina con alle spalle un'origine complicata finisce per avere una famiglia, dei genitori che le vogliono bene; nella quale il protagonista riesce a sapere molte cose in anticipo ma che per questo non snatura la sua umanità. "Professione veggente" è una parodia della nostra società, continuamente sospesa tra tendenze misticheggianti e il realismo esasperato; un racconto nel quale l'autrice giustamente ricorda quanto sia importante il saper guardare con la mente e non soltanto con gli occhi.

"Professione veggente"
di Mariadonata Ciceri
Editore Ibiskos di A. Ulivieri, pagg. 100, Euro 12.00

http://www.ilsole24ore.com/

Commenti

Francesc ha detto…
ciao sianna!
complimenti per il blog, c'è qualche modo per contattarti?
Sianna ha detto…
Grazie! Se vuoi puoi mandarmi un email...

Post popolari in questo blog

'IL CANTICO DELLE CREATURE' ILLUSTRATO PER BAMBINI

"La storia generale dei pirati", del Capitano Charles Johnson

'Schifoso traditore. Come riconoscere le tracce dell'infedeltà' di Alberto Caputo, Alessandro Calderoni, Silvia Jun, Paolo Baron