'QUINDICESIMA ROCCIA' di FRANCESCO LIZZANI

''Ho scritto questo libro accidentalmente.Non nutrivo alcun interesse specifico per il Sol Levante: anzi, lo concepivo secondo il noto luogo comune del Paese piu' occidentalizzato dell' Oriente. Invece, vivendoci a lungo, ho constatato che il Giappone , terra d' antichissima cultura, s' e' senz'altro modernizzato, nel secolo e mezzo trascorso dalla seconda 'Restaurazione Mejii'. Ma non s'e' mai occidentalizzato: restando, anzi, un luogo affascinante dove nulla e' originario, ma tutto e' originale, inconfondibilmente giapponese''.
Alla Casa delle Letterature di Roma, nel cuore del centro storico, Francesco Lizzani, scrittore, docente di italiano alla Tohoku University di Sendai, ha spiegato cosi' la genesi del suo ''La quindicesima roccia- Stazioni di un viaggio in Giappone'': di cui Aracne, casa editrice di tendenza, fortemente versata nei temi dell'innovazione, ha pubblicato ultimamente la seconda edizione.

''Due sono i possibili livelli di lettura di questo libro. Nel primo, Lizzani cerca di trasmettere la sua visione del sapere, dopo l' incontro col Giappone. Nel secondo, che poi e' la parte piu' bella, ci spiega la sua scoperta di questo Paese aldila' di filtri e condizionamenti occidentali. E verso la fine del libro, ecco superato, in gran parte, quel dualismo culturale Occidente-Giappone che domina fortemente, invece, la prima parte'', ha detto durante la presentazione Giorgio Amitrano, docente di Lingua, cultura e letteratura giapponese moderna e contemporanea all' Universita' di Napoli ''L' Orientale'', traduttore in italiano di Banana Yoshimoto e Haruki Murakami.

''Lizzani - ha poi sottolineato Maria Grazia Marchiano', docente ordinario di Estetica e supplente di Storia e civilta' dell' Estemo Oriente alla ''Sapienza'' - e', uno scrittore nato, innamorato dell' Occidente di Platone e Cartesio, Leopardi e Einstein. Pero', pur non rinunciando a questa prospettiva, alla consapevolezza delle nostre radici culturali, scoprendo il Giappone l'ha liberata da un pregiudizio che la deformava, dall'idea, insomma, d'una sorta di destino speciale dell' Occidente, fondante tutto l'edificio della nostra conoscenza 'per cause', e del nostro sviluppo storico. Il suo viaggio, cosi', descritto in stile da grande reportage, nasconde allegoricamente, dantescamente, un secondo viaggio, piu' interiore e spirituale: quasi un Purgatorio della sua anima che faticosamente, nel confronto appunto con un'altra cultura, cerca la sua identita', che ancora stentava ad emergere''.

http://www.libero-news.it/

La quindicesima roccia. Stazioni di un viaggio in Giappone
di Lizzani Francesco

Prezzo: € 15.00

Commenti

Post popolari in questo blog

'IL CANTICO DELLE CREATURE' ILLUSTRATO PER BAMBINI

"La storia generale dei pirati", del Capitano Charles Johnson

'Schifoso traditore. Come riconoscere le tracce dell'infedeltà' di Alberto Caputo, Alessandro Calderoni, Silvia Jun, Paolo Baron