FAME - Cose che ho imparato nel mio viaggio da grasso a magro

FAME

Cose che ho imparato nel mio viaggio da grasso a magro

Allen Zadoff
Traduzione di Lucia Corradini Caspani
Pagg. 192
€ 16.00

A ventott’anni Allen Zadoff pesa 180 chili: quello che nell’adolescenza sembrava un problema gestibile di peso adesso gli sta distruggendo la vita. Dopo anni trascorsi alla disperata ricerca della dieta che lo renda magro, compie finalmente un passo determinante: anziché dedicarsi all’ennesima dieta di moda, incomincia a concentrarsi meno su quel che mangia e più sul disagio psicologico che sta alla base dei suoi disturbi alimentari. Così facendo, riesce a perdere i chili di troppo e a dare inizio alla sua nuova vita. In questo viaggio su e giù dalle montagne russe dei chili di troppo, dell’appetito incontrollato e dei drastici digiuni, Zadoff attraverso la sua storia personale elabora una strategia efficace per perdere peso, che si basa ben più sul cuore e sulla mente che non sul conteggio delle calorie.
Fame è un libro che getta uno sguardo onesto e lucido su cosa si nasconde dietro la nostra ossessione per il cibo. Leggendolo, tutti, grassi o magri che siamo, possiamo comprendere alcuni meccanismi che ci accomunano, a prescindere dal nostro peso.

UN BRANO
«Capii che era il momento di cambiare, ma non sapevo da dove cominciare. Sapevo quello che non dovevo fare. Non mi misi a dieta e non salii sulla bilancia. Non diedi la mia carta di credito a una donna magrissima in camice da laboratorio. Non mi iscrissi a una palestra e non provai nemmeno a calcolare le calorie. Erano tutte cose che avevo già fatto in passato, più volte, e non avevano mai funzionato se non come soluzione temporanea.
Provai a non controllare il mio peso e a dedicarmi invece al caos emotivo che si celava sotto il cibo. Dopo aver sempre attaccato frontalmente i miei problemi di peso, cominciai a esplorare il mondo che si nascondeva dietro il cibo. Nel giro di un anno persi più di 45 chili, e la mia vita da magro, quella che aspettavo da quasi trent’anni, finalmente ebbe inizio. Non era certo come me l’aspettavo. I doni della vita da magro, che, come avevo dato sempre per scontato, dovevano includere una bella moglie, una casa meravigliosa e un elegante labrador retriever, non si materializzarono. La mia vita non diventò istantaneamente perfetta. Ma era molto più interessante. Scoprii che perdere peso era soltanto il primo passo di un viaggio più complesso e più sorprendente."

Commenti

Post popolari in questo blog

"La storia generale dei pirati", del Capitano Charles Johnson

'IL CANTICO DELLE CREATURE' ILLUSTRATO PER BAMBINI

'Schifoso traditore. Come riconoscere le tracce dell'infedeltà' di Alberto Caputo, Alessandro Calderoni, Silvia Jun, Paolo Baron