Svaniti nel nulla

Svaniti nel nulla
di Harlan Coben
Traduttore : Renato Pera
Editore Mondadori
Euro 8,40 / pagine 375

Will Klein, un ragazzo del New Jersey, ha un grande amore, Julie, la sua vicina di casa. Una sera d'estate Julie viene brutalmente uccisa. Tutti i sospetti convergono su Ken, il fratello di Will, che fa perdere ogni traccia di sé. La famiglia Klein, l'unica a credere nella sua innocenza, è convinta che Ken sia morto. Undici anni dopo, nella camera della madre appena deceduta, Will trova una foto recente del fratello che, a quanto pare, è vivo. Contemporaneamente, Sheila, la sua fidanzata, svanisce nel nulla lasciando un biglietto d'addio e una scia di morte dietro di sé. Comprendere se e come questi episodi siano tra loro collegati è la sfida che Will deve affrontare, scandagliando un passato che aveva archiviato troppo in fretta. Ambientato tra le strade della Grande Mela e la linda ipocrisia dei sobborghi residenziali, "Svaniti nel nulla" è un thriller dall'intreccio formidabile, insieme violento e tenero, in cui Harlan Coben ci dà un'altra prova del suo eccezionale talento narrativo.


E' il secondo libro di Coben che leggo e, probabilmente per la legge di Murphy, l'ho trovato molto simile al primo (Non dirlo a nessuno).
Gli eventi non sono concitati e la trama è intricata, ma non all'eccesso. Solo verso la fine l'azione prende velocita e presenta un discreto numero di colpi di scena, uno di seguito all'altro.
Lo stile narrativo di Coben resta comunque gradevole e, nonostante il senso di deja-vu provocato dalla somiglianza con l'altro, si lascia leggere bene e mantiene se non vivissimo, almeno desto l'interesse.

Commenti

Post popolari in questo blog

'IL CANTICO DELLE CREATURE' ILLUSTRATO PER BAMBINI

"La storia generale dei pirati", del Capitano Charles Johnson

'Schifoso traditore. Come riconoscere le tracce dell'infedeltà' di Alberto Caputo, Alessandro Calderoni, Silvia Jun, Paolo Baron