Pioggia nera su Tokyo

Pioggia nera su Tokyo
di Barry Eisler
Editore RL Libri
Collana Superpocket. Best thriller
Euro 4.90

"John Rain si è operato agli occhi per assomigliare ancora di più a un orientale. Durante la guerra del Vietnam ha lavorato per la CIA. Tornato in Giappone, è diventato un killer. Lavora su commissione. Non importa chi lo paga, la sola cosa che conta è andare a segno. La sua specialità: omicidi che sembrano morti naturali utilizzando tecnologie d'avanguardia. Riceve l'incarico di eliminare Yasuhito kawamura, un corrotto funzionario governativo: lo segue in metropolitana e grazie a un sofisticato sistema elettronico gli provoca un arresto cardiaco e la morte. La settimana successiva incontra per caso la figlia della sua vittima, Midori, una giovane e bella pianista jazz. Ma nel frattempo qualcuno sta iniziando a cercarlo."

Barry Eisler, dopo essersi laureato in legge presso la Cornell Law Scholl nel 1989, ha collaborato per tre anni col governo degli Stati Uniti. Per circa un decennio ha studiato i vari aspetti delle leggi internazionali, collaborando per un anno con la Società legale giapponese Hamada & Matsumoto di Tokyo,e poi per altri due anni, in veste di consulente presso la sede centrale della Compagnia Elettrica giapponese Matsushima di Osaka.
Eisler ha raggiunto il livello di cintura nera di Judo presso il Centro Internazionale di Judo “Kadokan” di Tokyo.
Attualmente vive e lavora a San Francisco ma continua spesso a recarsi in Giappone e in altri paesi dell’Asia.
I diritti dei libri di Rain sono stati venduti in 12 paesi.

La serie di John Rain
1. Rain Fall (2002) Pioggia nera su Tokyo
2. Hard Rain/Blood from Blood (2003) Alba nera su Tokyo
3. Rain Storm/Choke Point (2004) Rain Storm. Pagato per uccidere
4. Killing Rain/One Last Kill (2005) Killing rain. Condannato a morte
5. The Last Assassin (2006)
6. Requiem for an Assassin (2007)


Un buon thriller che mescola abilmente la tradizione giapponese con gli intrighi da classica spy story americana.
Nonostate il protagonista sia un reduce del Viet-nam (cosa che di solito riesce a frenare il mio entusiasmo), alla fine risulta simpatico per la sua difficoltà ad integrarsi con i suoi due mondi di appertenza: quello amricano della madre e quello giapponese del padre.
La descrizione manicale dei vari combattimenti può risultare pesante per chi non ama le arti marziali orientali, ma rende ancor più particolare l'atmosfera.

Finale forse scontato, ma non troppo, utilie per lasciare aperto lo spiraglio dei capitoli successivi.

Commenti

Post popolari in questo blog

"La storia generale dei pirati", del Capitano Charles Johnson

'IL CANTICO DELLE CREATURE' ILLUSTRATO PER BAMBINI

'Schifoso traditore. Come riconoscere le tracce dell'infedeltà' di Alberto Caputo, Alessandro Calderoni, Silvia Jun, Paolo Baron