Cell

Cell
Autore King Stephen
Prezzo € 18,00
Dati 503 p., rilegato
Anno 2006
Editore Sperling & Kupfer

In sintesi
Boston, primo ottobre. Tutto va bene. È un luminoso pomeriggio di sole, la gente passeggia nel parco, gli aerei atterrano quasi in orario. Per Clayton Riddell è il più bel giorno della sua vita. In quel preciso istante, il mondo finisce. A milioni, quelli che hanno un cellulare all'orecchio impazziscono improvvisamente, regredendo allo stadio di belve feroci. In un attimo, un misterioso impulso irradiato attraverso gli apparecchi distrugge il cervello, azzerando la mente, la personalità, migliaia di anni di evoluzione. In poche ore, la civiltà è annientata, l'homo sapiens non è mai esistito, lasciando al suo posto un branco di sanguinari subumani privi della parola. Ma questo è solo l'inizio.


Descrizione
Nel nuovo romanzo del “re del brivido” il terrore non corre sul filo del telefono ma tra i cellulari. Chi li usa è condannato a perdere il senno, basta accostarli all’orecchio perché un impulso misterioso azzeri la mente dell’ascoltatore trasformandolo in un pazzo omicida. Potete dunque immaginare lo scenario apocalittico che apre Cell, l’ultimo libro di Stephen King: uomini d’affari, ragazzine metropolitane, donne in carriera, automobilisti che non riescono più nemmeno a parlare ma solo ad emettere incomprensibili grugniti, si inseguono e si aggrediscono selvaggiamente tra le strade di Boston sotto lo sguardo inorridito del protagonista Clayton Riddell. Per gli appassionati del genere horror il sangue sgorga a fiotti e il terrore regna sovrano, per gli amanti della suspense il mistero e la tensione abbondano dalla prima all’ultima pagina. La corsa contro il tempo di Clayton, che fugge nel Maine per salvare la moglie Sharon e il figlio Jhonny Gee dalla minaccia incombente del loro telefonino, si trasforma in un’impresa titanica. Tra i resti di un progresso tecnologico ormai sfuggito a ogni controllo e a ogni limite, l’uomo attraversa città svuotate dove la popolazione è allo sbando e le autorità e la polizia completamente impotenti. Al suo fianco si coalizza ben presto un piccolo gruppo di scampati al delirio, Tom, la giovane Alice, Jordan, che lo accompagneranno nella sua avventura per riconquistare all'umanità il diritto di coesistere con la nuova specie dominante.
Lasciandosi affascinare da due temi molto amati dalla letteratura fantasy e horror, la regressione dell’umanità all’orrore primordiale e la rivolta della tecnologia contro l’uomo, King racconta con il suo stile inconfondibile una storia agghiacciante e piena di colpi di scena, ma coglie anche l’occasione per metterci di fronte, attraverso una trama densa di richiami beffardi e ironici, ai falsi miti del nostro tempo. Il disegno occulto di una misteriosa volontà, lo scherzo di un hacker finito male, una tragica casualità sono in attesa dietro l’angolo, dove non è molto il confine che separa realtà e fantasia.


Non mi ha soddisfatto fino in fondo.

Bella la storia, perfettamente adeguata al mondo in cui viviamo, ma con un finale che mi ricorda troppo i "to be continued" dei film degli ultimi anni.

Poteva fare di meglio...


taksya

Commenti

zia lella ha detto…
In effetti King che è uno dei miei scrittori preferiti, insieme a Kellerman e la Corwell, da Cuori in Atlantide stà un po'scemando. Buone le idee, come sempre, ma toppa sui finali...non si può essere sempre al top.

Post popolari in questo blog

"La storia generale dei pirati", del Capitano Charles Johnson

'IL CANTICO DELLE CREATURE' ILLUSTRATO PER BAMBINI

'Schifoso traditore. Come riconoscere le tracce dell'infedeltà' di Alberto Caputo, Alessandro Calderoni, Silvia Jun, Paolo Baron